Pubblicato il: 08/11/2016

Seconda divisione maschile (Coppa Verona): “1 novembre … Tutti i santi!”

Dual senior – Libertas Montorio   2-3 Parziali: (21/25,19/25,26/24,25/23,10/15)

Formazione: Brugnoli (5), Carcereri (5), Dal Degan (5), Donatelli (5+tot), Faccincani (5+almeno 10), Fontanabona (5+ Stanzial), Marazzi (5), Padovani (5), Stanzial (5), Todeschini (almeno 5), Franzoni (libero, forse 5), Vaccaro (libero, non credo 5)

Allenatore: Tramontano

Reduci dalla notte di Halloween ci accingiamo a giocare l’ultima partita di coppa contro il Montorio, squadra giovane, di categoria superiore e alla ricerca di un risultato pieno. Come probabilmente avete già notato lo “score” di ciascun atleta è, non avendo ancora attiva la scoutwoman, di pura fantasia! (ndr: “Ciccina ritorna presto, ci sentiamo orfani!”)

La partita si prospetta interessante per almeno due aspetti: Il Montorio ha bisogno di punti per proseguire il cammino in coppa mentre noi non abbiamo nessun obbiettivo se non quello di divertirci.

Primo set, questo il sestetto: Stanzial palleggio, Todeschini opposto, Faccincani/ Donatelli al centro, Brugnoli/Marazzi laterali, Franzoni/Vaccaro liberi. Partenza fulmine degli avversari che subito vanno 7 a 0, qualche momento di smarrimento e poi partiamo anche noi. Aiutati da una buona ricezione riusciamo a riportarci in partita e raggiungiamo gli avversari sul 13 pari costringendo il loro mister a fermare il gioco. Ripresa del gioco e, sebbene la “vintage”non abbia Todeschini nella miglior forma, riesce a tener testa agli avversari con il resto della squadra. Arriviamo così alle fasi finali del set con il punteggio in equilibrio ma la brutta fase iniziale e la conseguente rincorsa condizionano la lucidità necessaria per poter vincere il set. Un paio di nostri errori e un paio di buone giocate degli avversari permettono al Montorio di vincere il parziale!

Secondo set: solo due sostituzioni, entrano Carcereri per Marazzi e Padovani per Brugnoli. Anche in questo parziale noi “vintage” non riusciamo ad esprimere al meglio il nostro gioco da subito e gli avversari scappano avanti fino ad un 4 a 12 in nostro sfavore. Urge stop! Tramontano richiama all’ordine il sestetto in campo e al rientro c’è un sussulto che ci permette di recuperare un paio di break ma il divario è tanto e i ragazzi del Montorio non intendono lasciarci spazio. La nostra rincorsa, che nel primo set ci ha riportati in equilibrio, non è altrettanto efficace e si ferma sul 19 lasciando così anche il secondo set in mano avversaria.

Terzo set, rientra Marazzi per Carcereri e Todeschini viene sostituito da Fontanabona. L’alchimia in campo è cambiata e la maggior mobilità in difesa del Fonta ci permette di recuperare quel tanto in più da poter rigiocare con efficacia. Teniamo bene il cambio palla e a muro riusciamo a toccare o fermare molti palloni; i ragazzi del Montorio si innervosiscono e diventando fallosi e prevedibili in attacco sono facile preda dualica. Un t.o. avversario a metà parziale ed un successivo cambio, Brugnoli/Marazzi, nelle fila dualiche ci portano alle fasi finali del set con la “vintage” in leggero vantaggio. Mister Tramontano spezza la rincorsa del Montorio con un t.o. che, al rientro, tenta il tutto per tutto riportandosi in parità sul 24! Una bella nostra azione conclusa da Fontanabona ed un errore avversario mettono fine al set in favore dualico.

Quarto set, si riparte con la formazione appena uscita dal campo eccetto Padovani sostituto da Carcereri. Il Montorio ha accusato il colpo e il sestetto avversario non è più spavaldo come nei set precedenti; la nostra prestazione sta crescendo di livello e questo ci permette di lottare alla pari anche contro formazioni di categoria superiore. Stanzial sta prendendo sempre più confidenza e regolarità con gli attaccanti mettendoli in condizioni di attaccare al meglio. Il primo t.o. è del Montorio che si ritrova sotto 14/18, poi tocca a Tramontano fermare il gioco sul 20/18 in favore dualico per dare nuove indicazioni agli attaccanti di banda. Rientrati sostituiamo subito Carcereri, preso di mira in ricezione e murato più volte,  con Padovani che, carico a mille, riesce a mettere a terra palloni importanti. Altro stop avversario sul 24/ 21 in nostro favore e ripartenza favorevole al Montorio ma, alla seconda occasione, sfruttiamo il setpoint al meglio portandoci sul due pari!

Quinto set (ndr: il terzo in sei partite di coppa). Di comune accordo le due “T” presenti decidono per una strategia “pacatamente ignorante”: Con qualsiasi punteggio, al cambio di campo sostituzioni in massa!

Prima parte: Stanzial, Todeschini, Donatelli, Faccincani,  Brugnoli, Padovani, Vaccaro, Franzoni. Consapevoli di non poter, per “dogma”, finire il set partiamo con calma e in 6 minuti ci troviamo sotto 0 a 7. Time out dualico! Al rientro in campo cerchiamo di rendere meno difficile la rincorsa dei nostri sostituti marcando qualche punto. Cambio di campo (4/8) e nuova formazione: Dal Degan, Fontanabona, Donatelli, Faccincani, Marazzi, Carcereri, Vaccaro, Franzoni. L’impegno del nuovo sestetto è tanto ma il divario di punti lo è altrettanto. Finisce così, con una sconfitta, il nostro cammino in coppa.

Scherzi a parte, questa avventura di coppa ci ha dato sicuramente del positivo: l’alchimia dei palleggiatori con gli attaccanti è in continua crescita, il servizio sta diventando un rafforzativo e il connubio muro/difesa sta ingranando. Tutto questo ci ha portato, in alcuni momenti, a giocare alla pari contro formazioni di categoria superiore e con ambizioni di alta classifica. E adesso è campionato, con tutti i pro e tutti i contro! L’imperativo è divertirci dando il massimo e la speranza è che non ci siano troppi intoppi a disturbare tale proposito: Un caro saluto M&P

Sponsor Principali